L'I Ching per il manager

45. TTSUI – La raccolta – Folla radunata

Un esagramma che io collego sempre ad un mercato o ad una fiera

I fattori critici di successo e l'I Ching

Maestro di vita, mentore, guida alla gestione e al successo: ecco un altro elemento in cui l’aiuto dell’I Ching è prezioso

55. FONG - La copia - Abbondanza

Copia significa abbondanza, ed ha la stessa radice dell’aggettivo “copioso”!

60. TSIE – La delimitazione – Evitare eccessi

Fissare i propri limiti, e poi rispettarli

64. UE TSI – Prima del compimento – Verso il traguardo

C’è un momento in cui si vede il traguardo. Il successo diventa possibile, persino per un obiettivo molto ambizioso. Il risultato è lì, lo possiamo quasi toccare.

Economia e felicità

Perché gli economisti si occupano sempre più spesso di felicità

46. SCIONG – L’ascendere – La carriera

Uno splendido responso, ma non tutti lo ameranno.

Affari e armonia

So che può sembrare anacronistico l’abbinamento tra business e armonia, ma anche un buon piano strategico richiede armonia.

41. SUNN – La minorazione – Livellamento

Responso positivo, ma a qualcuno non piacerà.

L’I Ching e l’analisi SWOT

L’analisi SWOT è una delle prime cose che si imparano quando ci si occupa di business e di pianificazione strategica.

58. TUI – Il sereno – La comunicazione

Letizia interiore, gioia e successo negli affari

14. TA YU - Il possesso grande – Tutto chiaro

Perdonatemi, il sottotitolo “tutto chiaro” è un gioco di parole per raccontare questo bellissimo esagramma.

59. HUANN – La dissoluzione – Allontanamento

Avete ottenuto questo responso? È più una presa di coscienza che una vera divinazione.

Ci deve essere un motivo?

In tutto quello che facciamo c’è un motivo, una ragione, uno scopo, un obiettivo.

50. TING – Il crogiolo – Trasformazione positiva

Per la cultura europea il crogiolo è il simbolo degli alchimisti, lo strumento per trasformare piombo in oro: questo esagramma lo richiama.

Riflessioni sul lavoro

Sono lontani i tempi in cui che aveva i soldi (e la nobiltà) considerava degradante dedicarsi al commercio, e come attività lavorative erano accettate, sostanzialmente, darsi alla chiesa o all’esercito.